Contattaci

Via Pizzo I, 21 | 84090, Sieti - Giffoni Sei Casali (SA)

Votato "Miglior B&B" dell'anno

Map Icon

  • Bisogno di Aiuto?
  • La corte di zia Bianca
  • info@ospitiasieti.it

Il Pero Pericino secolare

giugno 21, 2017

Il Pero Pericino è un albero sparso nei territori dei Monti Picentini.  La zona con la presenza di maggiori esemplari secolari tutelati è Giffoni Sei Casali (SA) e di questi alberi salvaguardati ne sono rimasti soltanto 100.

Uno dei maestosi esemplari è possibile ammirarlo a Sieti nel giardino del B&B Ospiti a Sieti.

19369331_1398447610234114_1639614432_o19433526_1398447443567464_1145466140_n

La pera pericina è il frutto prelibato che si ricava da questo meraviglioso albero ed è un’antica varietà di pera coltivata e apprezzata per le sue qualità gustative e nutrizionali, dai tempi dell’antica Roma, nei Monti Picentini in provincia di Salerno.

La forma è oblunga, il picciolo lungo e legnoso, il suo peso varia da 30 a 50 g. La buccia è verde al momento del raccolto ma diventerà poi marrone a maturazione completa o nelle parti più esposte al sole. La polpa succulenta si presenta di colore bianco, compatta e molto aromatica. Il frutto è molto dolce e zuccherino, ricco di fibre e potassio e per questo motivo è anche particolarmente indicato per la produzione di marmellate.

209b45debbb9dd6ee1d117656bffd838_big

Questa varietà di pera si raccoglie a fine agosto e nelle prime settimane di settembre. Viene esposta al sole su graticci e poi passata al forno per conservarla meglio. Si consuma tutto l’anno ed è uno degli ingredienti dei calzoncelli, i tradizionali dolci di Natale di pasta sfoglia fritta, ripieni di confettura di Pera Pericina, castagne lessate, zucchero, pinoli, cacao, liquore e cannella.

19397722_1398447486900793_859762736_n19398640_1398447496900792_1458066767_n19398961_1398447143567494_1864790375_n

19398575_1398447446900797_1265833788_n19398607_1398447566900785_622597191_n

Per una vacanza green, ecosostenibile in mezzo alla natura del nostro B&B Ospiti a Sieti!

 

 

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter

Scrivi il tuo commento